mercoledì 27 febbraio 2013

La Piana di Maiano

Durante una delle rare domeniche soleggiate di quest'inverno, ho voluto fare la classica passeggiata post-pranzo lungo la strada che attraversa l'incantevole Piana di Maiano. Il luogo è una vera e propria perla ambientale dell'entroterra pesarese, un'area agricola pressoché immacolata ma purtroppo sottoposta al costante assedio degli speculatori. Il comune di Cagli, che dovrebbe preservare questo prezioso angolo di territorio, ha invece tentato negli ultimi anni di installarvi un grande impianto fotovoltaico. Fortunatamente molti cittadini, oltre a diverse organizzazioni ambientali e non solo, si sono fermamente opposti a tale decisione. Maiano è un altipiano alluvionale di grande valore ambientale ma anche storico: qui passava la via che fino all'avvento della Flaminia collegava i territori dell'interno alla bassa valle del Metauro, non solo, nella Piana si trovano le tracce di un insediamento preistorico mentre nelle vicinanze numerosi sono stati i ritrovati di manufatti d'epoca pre-romana. Tutto ciò ha contribuito a preservare la bellezza della Piana di Maiano fino a oggi ma i pericoli sono sempre all'orizzonte, bisogna fare attenzione se non vogliamo perdere l'ennesima perla marchigiana. 

Foto per credere...
La Piana di Maiano si raggiunge da Cagli percorrendo la strada provinciale di raccordo con Pergola. Appena lasciata la cittadina si attraversa un lungo rettilineo fino a un incrocio, al quadrivio, volgendo lo sguardo verso sinistra, non si potrà fare a meno di notare delle case con una grande torre che le sormonta, inoltre all'ingresso della via si trovano i cartelli segnaletici per le località di Molleone e Tarugo: è questa la strada per Maiano. L'edificio conosciuto come "Torraccia", è posto su un'altura che impedisce la vista della Piana a chi transita lungo la provinciale e allo stesso tempo gli permette di vegliare su essa.
Oltrepassata la collina su cui sorge la torre i pendii s'appianano molto dolcemente...
...e voltandosi dopo pochi metri di cammino, ecco uno spettacolare panorama che dai campi della Piana va fin sul Massiccio del Catria completamente innevato.
Particolare sul Monte Catria.
La strada che attraversa la Piana di Maiano, sullo sfondo tutto il Massiccio del Catria, a destra si intravede la sagoma della torre.
Lo sguardo poco più a sud verso la Rocca di Frontone ed il Monte Strega.
La via si adorna con queste grandi querce, ancora pochi metri e la strada abbandona la Piana.
Proseguo il cammino sulle colline che circondano Maiano per darle un'occhiata dall'alto: uno scorcio d'altri tempi!

Guarda dove si trova la Piana di Maiano.

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento